Cos’è la Pedagogia Clinica

La Pedagogia Clinica è una nuova scenza nata da un complesso organico di conoscenze e competenze, indirizzata al vasto panorama dei bisogni della persona. La parola “Pedagogia” unita all’aggettivo “Clinica”, rappresentan una disciplin pedagogica autonoma in cui l’accezione di clinico muove dal principio dell’aver cura della persona di ogni età con interventi di aiuto per mezzo di attenzioni educative.

Scopo del Pedagogista Clinico è, quindi, quello di promuovere ed estendere le capacità individuali e sociali favorendo, così, il processo di sviluppo. differenziandosi da un modello sanitario non si concentra sui disturbi e le incapacità, non corregge nè cura, non ammaestra nè riabilita, ma accompagna la persona verso il cambiamento e la conquista di nuovi equilibri. L’accompagnamento a tutto ciò si articola in un percorso conoscitivo che comprende la Verifica delle Potenzialità-Abilità-Disponibilità (PAD), secondo un’ottica di conoscenza globale della persona e non di definizioni classificatorie nè di identificazione del deficit.

La Pedagogia Clinica racchiude tutti quegli interventi di aiuto alla persona, per tutti i suoi possibili bisogni, volti al superamento di un disagio. Durante gli incontri si instaura una vera e propria relazione d’aiuto, dove mente e corpo sono costantemente coinvolti insieme, come parti inscindibili e caratterizzanti ognuno di noi.

La Pedagogia Clinica è fondata su principi ed orientamenti prassici (tecniche e metodi propri) che la rendono scienza autonoma ben distinta da altre discipline (psicoterapia, psicologia, psichiatria, sociologia…).

Tutto questo è valido solo per i professionisti iscritti all’Albo ANPEC (Associazione Nazionale Pedagogisti Clinici) tramite una formazione post laurea in Pedagogia Clinica con una propria scuola gestita dall’ISFAR (Formazione post Universitaria delle Professioni).

Il Pedagogista Clinico® svolge la sua attività professionale in base alla L. 4/2013.

E’ questa una categoria professionale che, proprio perché nata dalla ricerca scientifica di uno psicologo, il Prof. Guido Pesci, (…), mantiene tutte le garanzie per impedire qualunque abusivismo delle professioni altre (psicologo, psicoterapeuta…) senza nessun tipo di sconfinamento.

Benefici della pedagogia clinica  

Oltre alla risoluzione e al superamento del disagio, la pedagogia clinica promuove l’autodeterminazione, l’autonomia e le potenzialità/risorse insite in ognuno di noi, prerogative fondamentali per ritrovare lo stato di benessere: l’intento è di favorire l’armonia tra il pensiero e l’azione.

 A chi si rivolge e per quali situazioni è indicata la Pedagogia Clinica

Il Pedagogista Clinico basa la sua formazione professionale su metodi e tecniche nuove che lo definiscono e distinguono dal punto vista scientifico e professionale e dove necessario collabora con altre figure professionali per meglio rispondere ai bisogni della persona. Il Pedagogia Clinica è a disposizione di persone di tutte le età:

  • bambini in età pre-scolare e scolare
  • adolescenti
  • adulti
  • coppia
  • famiglia
  • genitori
  • gruppi

Inoltre offre consulenza a insegnanti e consulenza tecnica di parte.

Varie sono le situazioni nelle quali la Pedagogia Clinica può essere di aiuto:

Intervento di aiuto per bambini in età pre-scolare, scolare e adolescenti

La Pedagogia Clinica per i bambini, sia della scuola dell’infanzia, sia primaria, sia secondaria interviene in tutti quei casi di disagio tanto nella sfera scolastica, quanto in quella socio-affettiva. Può essere di aiuto e sostegno nei casi di:

  • disagi nelle abilità motorie
  • disagi nell’espressione del linguaggio
  • difficoltà nelle competenze di letto-scrittura (problemi nel leggere e nello scrivere)
  • difficoltà negli apprendimenti
  • disagi nella comunicazione-relazione
  • demotivazione allo studio data da insuccessi scolastici
  • difficoltà di attenzione con caduta mnestica (concentrazione, memorizzazione)
  • ADHD iperattività
  • enuresi/encopresi

Intervento di aiuto per i singoli

La Pedagogia Clinica, contrariamente a quanto si possa pensare, non è solo dedicata o destinata ai bambini, anche nell’adulto, infatti, vi possono essere situazioni di disagio psico-affettivo e socio-relazionale. Rivolgersi al Pedagogista Clinico aiuta a superare quelle problematiche che si presentano nella quotidianità, come ad esempio i conflitti familiari o individuali, per la scarsa autostima, per l’incapacità di gestire i propri sentimenti/emozioni, per paure che non trovano una probabile causa,  per disagi come separazioni/divorzi o conflitti sul lavoro. Le situazioni possono essere molto diverse, pertanto si scelgono le tecniche e i metodi più appropriati , capaci di placare le tensioni, mantenere l’equilibrio e assumere una ritrovata fiducia per muoversi in modo positivo verso gli obiettivi desiderati.

Intervento di aiuto rivolto alla coppia

Comunicare in modo corretto è il primo passo per avere e mantenere serenità nella coppia. Quando la capacità di comunicazione viene meno è la relazione che viene messa in crisi. Con l’aiuto della pedagogia clinica, delle sue diverse tecniche e modalità di utilizzo, la coppia trova, o ritrova, un aiuto importante e nuove occasioni per affrontare i disagi, i rischi e le delusioni. Questo percorso di ritrovamento di un adeguato stile relazionale-comunicativo rende più sicura la coppia nelle decisioni future rispetto la stessa.

Intervento di aiuto rivolto alla famiglia

Ogni famiglia può provare disagio di fronte ad una problematica che colpisce uno o più membri del suo interno e questo causa tensioni, incomprensioni, indecisioni che necessitano di essere sciolte. Problemi derivati da situazioni di abuso di sostanze come alcool o droga, malattie, separazioni, divorzi, lasciano troppo spesso la famiglia inerte e incapace di reagire. L’aiuto e il sostegno del pedagogista clinico vogliono ristabilire dialogo, apertura e armonia, risolvendo conflitti e disagi.

Intervento di aiuto rivolto ai genitori

Un “progetto famiglia” è un impegno quotidiano che richiede sempre molte energie e impegno, perché costantemente minacciato da tensioni e problematiche.  L’intervento della pedagogia clinica può essere d’aiuto sia per ritrovare equilibrio e serenità nel rapporto genitori/figli, sia per garantire la tanto discussa bigenitorialità nei casi di separazioni o divorzi.

Intervento di aiuto dedicato ai gruppi

L’intervento della pedagogia clinica all’interno dei gruppi è utile per conoscere e affrontare i problemi, i rischi e le delusioni esistenziali che ognuno può provare quando fa parte di un gruppo. All’interno dei vari gruppi di cui facciamo parte, ognuno di noi ha l’opportunità di attingere alla propria fonte viva di significati e di risorse, di essere supportato, di condividere il disagio e acquisire un adeguato stile relazionale e comunicativo verso se stesso e gli altri. Altra situazione di utilità dell’intervento del Pedagogista Clinico è, ad esempio, in un gruppo di operatori qualificati, al fine di migliorare le prestazioni e la cooperazioni: lo specialista interviene come supervisore, coordinatore e mediatore nel processo di riflessione, apprendimento, valutazione e verifica.

La pedagogia clinica può avvalersi anche di una metodologia chiamata DISEGNO ONIRICO

Dott.ssa Luisa Butturini

Pedagogista Clinico

Albo ANPEC 4281
Professionista disciplinato ai sensi della legge 4/2013